Oltre il referendum. 20 milioni di non votanti: una risorsa per la democrazia.

Dimensione Mendez

Lasciando da parte i sondaggi, la previsione più realistica sul referendum l’ha fatta Matteo Renzi: chi supera i 15 milioni di voti, vince. Non è un caso che il Premier stia spingendo come un forsennato per portare alle urne almeno il 60% degli italiani, ovvero 30 milioni di cittadini: la quota della salvezza. Un bacino nel quale rientrano tutti gli incerti e pure quella ‘maggioranza silenziosa’ tanto evocata in questi giorni.

Dunque, stando così le cose (milione più-milione meno è comunque difficile andarci lontani), saranno circa 20 i milioni di italiani che, nel derby tra SI’ e NO, decideranno di non votare. Una marea. Di fatto, potrebbero essere proprio loro il blocco di maggioranza relativa: impermeabile ad ogni sirena e refrattario alle ruffianerie bifronti di chi si presenta come liberatore del Paese dalla casta, dall’establishment, dal sistema. Un blocco granitico che non si farà scalfire neppure dalla più ghiotta delle…

View original post 800 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...